Maturità: errore sul sito del Ministero, tracce con la "i"

La gaffe del ministero dell'Istruzione sugli esami di maturità

Dopo le iniziali procedure d'identificazione e controllo (saranno al bando smartphone e tablet ovviamente) si aprirà il plico contenente le tracce della prima prova, tra, a scelta, analisi del testo, saggio breve/articolo di giornale, tema storico, tema di attualità.

Avranno inizio mercoledì 21 giugno le prove scritte degli esami di maturità in tutte le scuole superiori italiane, e in attesa che migliaia di studenti dell'ultimo anno dimostrino quanto hanno imparato, c'è chi ha involontariamente dato un esempio non troppo positivo al riguardo: il ministero dell'Istruzione.

(AdnKronos) - Ancora una gaffe sul sito del Miur. "Si tratta di un errore di battitura, di un errore materiale che, naturalmente, non doveva esserci, tanto più su una pagina che riguarda gli esami", si legge nella nota del dicastero.

In vista della maturità, tutti gli occhi sono puntati sugli studenti che sono messi alla prova sul programma dall'anno scolastico. Beh, sul secondo punto dovrebbero lavorarci anche al Ministero dell'Istruzione.

Grosso errore sul portale dedicato all'esame di Stato, che si occupa della pubblicazione delle tracce della maturità: "traccie" al posto di "tracce".

"Il fornitore tecnico che gestisce l'inserimento dei contenuti sul sito del Ministero ci ha fatto pervenire una lettera di scuse per l'episodio accaduto che arreca un danno d'immagine alla nostra istituzione". "Il virus della #Fedeli ha colpito il Palazzo".

Correlati:

Commenti


Altre notizie