Con Cosmo e La Femme è Festa della Musica

Borghi aderiscono a Festa della Musica

Insomma una festa di canti, nelle sale del MuNdA, per festeggiare il sole, l'estate, con la voce antica e le radici profonde della tradizione popolare abruzzese.

Quest'anno in Italia i numeri sono eccezionali: ad oggi si parla di 542 città aderenti, oltre 10500 eventi, quasi 34mila artisti impegnati in questa gigantesca kermesse che ha avuto un'anteprima d'eccezione lo scorso 17 giugno a Pistoia, Capitale della cultura 2017.

La Festa della Musica nacque nel 1982: per iniziativa del Ministero della Cultura francese, le strade di tutta la Francia furono invase da musicisti dilettanti e professionisti, che si esibirono in cortili, piazze, giardini, stazioni, musei. Per la prima volta il 21 giugno le case discografiche proporranno i migliori album della musica italiana a prezzi speciali tramite punti vendita e piattaforme digitali grazie all'iniziativa promossa grazie alla collaborazione tra FIMI e MIBACT che coinvolge l'industria discografica. Qui si sono esibiti centinaia di ragazzi provenienti da tutto lo stivale.

Mercoledì 21 giugno la musica entra in carcere al S. Anna con "Dal Jazz al Blues e ritorno", primo atto del Modena Jazz Festival 2017, a cura di Modenamoremio e Amici del Jazz.

Le transenne della Granfondo Sportful Dolomiti race, gli arazzi sventolanti del Palio, le note sempre più incalzanti della Festa della musica, che ieri sera sono scivolate per ogni via e ogni angolo di piazza, non fanno che rendere tanti singoli eventi d'eccezione in un unico ritornello dal tono sempre più familiare. La partecipazione alla Festa da parte dei musicisti è completamente gratuita ed il pubblico accede liberamente ai concerti, secondo quanto stabilito dalla Carta internazionale cui si attengono le capitali europee aderenti al circuito della festa. Ogni tipo di luogo.

All'evento saranno invitati a partecipare le autorità locali, i dirigenti scolastici, i docenti e tutti i volontari che collaborano con la Direzione in quanto vuole essere un'occasione festosa e un momento di scambio interculturale e confronto sulle offerte trattamentali. Solisti, cori, orchestre, gruppi e bande musicali, in una parola tutti coloro che fanno musica sia dal punto di vista professionale che amatoriale. Un ringraziamento a tutti gli altri soggetti pubblici e privati che successivamente si uniranno attivamente a noi.

Correlati:

Commenti


Altre notizie