Mangiano le conserve spedite dai familiari: intossicati da botulino. Gravi due studenti

Immagine notizia

Casi simili si sono verificati già in passato.

Le condizioni dei due studenti ricoverati nel reparto di rianimazione del Santa Maria della Misericordia, a Perugia, a causa di una intossicazione alimentare da botulino "Sono stazionarie con prognosi riservata", lo rende noto la direzione sanitaria dell'Azienda ospedaliera. E' accaduto però qualcosa di inaspettato.

I ragazzi sono infatti arrivati al pronto soccorso con sintomi quali nausea, vertigini molto forti, dolori lancinanti, amnesia. Uno dei due avrebbe anche avuto un arresto cardiaco. Sul posto sono stati sottoposti ad una serie di accertamenti per comprendere le cause del malore. La causa è il botulino, una proteina neurotossica prodotta da un batterio (il Clostridium botulinum), tra le più pericolose che possono contenere gli alimenti, in grado di avvelenare una persona fino a portarla, nei casi più gravi, alla morte.

I cibi non erano stati adeguatamente conservati e, una volta consumati, hanno comportato una grave intossicazione alimentare da botulino.

Correlati:

Commenti


Altre notizie