Londra, furgone si lancia contro fedeli di una moschea: un morto

Un uomo è morto dopo essere stato investito stanotte dal van piombato su un gruppo di fedeli musulmani all'uscita della moschea di Finsbury Park.

Stando alle testimonianze, l'uomo avrebbe gridato: "Ucciderò tutti i musulmani". Sono dieci, secondo le autorità, le persone travolte: otto sono state trasportate in tre diversi ospedali dalle ambulanze arrivate sul posto. Un furgone sarebbe stato lanciato sulla folla e l'uomo alla guida, dopo essere sceso dal veicolo, avrebbe anche accoltellato un passante nonostante alcuni presenti lo avessero affrontato. "I miei pensieri e le mie preghiere sono per le persone coinvolte". Un furgone ha travolto diversi fedeli davanti a una moschea.

Il primo ministro. "La polizia sta indagando su quanto accaduto stanotte dinanzi alla moschea londinese di Finnsbury come "un potenziale attacco terroristico". Il sindaco della capitale britannica, Sadiq Khan, musulmano, ha denunciato un "orribile attacco terroristico" che ha preso di mira "deliberatamente londinesi innocenti, molti dei quali avevano terminato la preghiera nel mese sacro del Ramadan". Non si è esclude attualmente la pista terroristica anche se, in questo caso, si tratterebbe di terrorismo al contrario. Ufficialmente Scotland Yard parla di un "grave incidente" attraverso un breve comunicato e, in attesa di ulteriori sviluppi delle indagini, non ha ancora confermato che si tratti di un attacco.

Ma soprattutto lì pronunciava i suoi sermoni d'odio Abu Hamza, il predicatore poi arrestato ed estradato negli Stati Uniti, ritenuto un punto di riferimento per tutti i network fondamentalisti europei, da Parigi a Berlino.

Alcune polemiche sono sorte sull'orario in cui è intervenuta la polizia, secondo alcuni testimoni infatti è trascorsa un'ora o mezz'ora.

Il leader dell'opposizione laburista britannica, Jeremy Corbyn, si è detto stanotte "totalmente scioccato" dell'episodio accaduto dinanzi alla moschea di Finnsbury Park.

Correlati:

Commenti


Altre notizie