Sequestrati in Calabria 309 kg di cocaina

20170616_080417_9449758B

La partita di droga era nascosta in un container che trasportava noci proveniente dal Cile e diretto in Turchia. La maxi operazione, coordinata dalla Dda nel porto di Gioia Tauro, è stata realizzata dai finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria in collaborazione con i funzionari dell'Agenzia delle Dogane-Ufficio Antifrode di Gioia Tauro. "A questo si aggiungano, inoltre, l'assenza di progettualità, il silenzio e l'inazione della Regione, che sembrano condannare il porto calabrese a una fine annunciata, con ricadute imprevedibili su tutto il territorio calabrese".

Scoperto a Reggio Calabria un traffico illegale di cocaina: in un container al porto di Gioia Tauro sono stati sequestrati 309 chili di stupefacenti del valore di 62 milioni di euro.

Secondo le fonti investigative, che hanno effettuato diversi incrocio documentali e analisi con scanner per individuare il carico, l'immissione dello stupefacente sul "mercato" della droga avrebbe fruttato ai malviventi attraverso la vendita al dettaglio una cifra potenziale di circa 62 milioni di euro.

Per quanto riguarda l'occupazione, Delrio continua: "L'Agenzia per la somministrazione, la riqualificazione e la ricollocazione del personale posto in esubero da Mct, che in prospettiva e come già previsto per legge si trasformerà poi in soggetto art. 17 come operante in tutti gli altri porti di Italia, ha rappresentato la risposta del governo alla prima e più importante richiesta giunta dal sindacato: neanche un posto di lavoro vada perduto, né ora né in futuro". Solamente dall'inizio dell'anno, il quantitativo di cocaina sequestrata dalle Forze dell'ordine ammonta a oltre 830 kg.

Correlati:

Commenti


Altre notizie