Donnarumma tradisce il Milan, il web non lo perdona

La famiglia Donnarumma rompe il silenzio e, attraverso le parole su Instagram di Antonio, fratello di Gigi che gioca in porta all'Asteras Tripolis, in Grecia, chiede rispetto almeno per i familiari del portiere rossonero: "Mi rivolgo a tutte le persone che non stanno facendo altro che insultare Gigio e tutta la nostra famiglia", scrive Antonio.

Il rifiuto di Gigio Donnarumma al rinnovo con adeguamento proposto dal Milan ha sollevato un polverone mediatico di dimensioni importanti.

Poi l'intervento del nostro talent si fa più duro: "Il Milan esiste da 100 anni, Donnarumma ha fatto appena due campionati... diamo il giusto valore alle parti, è un giovane promettente ma stiamo parlando di un club che ha fatto la storia del calcio". Ha pianto per ogni sconfitta, fino a ieri eravate tutti con lui. Per le persone che hanno scritto messaggi a favore di Gigio ci tengo a dire che voi avete capito davvero che persona è. Ora potete anche riempire di insulti questa foto, ma la famiglia lascatela stare. Sono questi i nomi sondati ieri da Mirabelli, che prima ha avuto contatti con Alessandro Lucci, neo-agente del portiere del Genoa (oltreché procuratore di Montella) e in serata ha incontrato il rappresentante di Neto. Per quelli che invece continuano a dire che io devo ringraziare Gigio perché mi dà i soldi, vi dico che a me mai nessuno ha regalato qualcosa. L'unica perplessità è il Mondiale in Russia: Gigio Donnarumma sarà in grado di diventare protagonista in un campionato come la Ligue 1 che non è considerato dal CT Ventura un torneo competitivo? Ogni anno lotto per guadagnare quello che merito.

Correlati:

Commenti


Altre notizie