Venezuela: brutale repressione di manifestazione a Caracas

Venezuela sospeso vertice dell'Osa spaccato sulla crisi

Una repressione brutale. Infatti, durante gli scontri, è morto un ragazzo di 17 anni, ucciso da una granata di gas lacrimogeno sparatagli al torace. Questo il bilancio riportato dalle Agenzie. I vescovi ricordano il messaggio che il Papa ha inviato loro lo scorso 5 maggio e l'ultimo comunicato della Cev, del 18 maggio scorso, in cui i vescovi chiedono il rispetto della Costituzione (no ad una nuova assemblea costituente) e l'indizione di elezioni per risolvere la crisi.

Villegas ha denunciato che il settore più reazionario dell'opposizione fascista sta mostrando il suo vero volto con la persecuzione e, in qualche caso con l'assassinio, di normali cittadini che in qualche modo sostengono il governo chavista. Si tratta della 66ma vittima dal primo aprile, quando iniziarono le proteste contro il successore di Hugo Chazez. Diego Padrón, i vicepresidenti, il segretario generale e i presidenti onorari. La notizia data dalla Sala Stampa della Santa Sede, specifica che "l'incontro è stato richiesto dalla Conferenza Episcopale che desidera parlare con il Papa della situazione del Venezuela".

Correlati:

Commenti