E' maledizione Champions. Vince il Real, la Juve scompare

Champions League finale Juventus Real Madrid

C'era appunto, perché ormai questo scontro non ha più motivo di esistere, dato che l'incontro si deve dichiarare concluso per manifesta superiorità del portoghese. Doblete, poi. Liga più Champions League, la seconda consecutiva. La delusione spesso fa dimenticare i meriti ed i traguardi conquistati, ma sarebbe ingiusto ed ingrato abbandonarsi allo sconforto da parte del popolo bianconero e sopratutto da parte della squadra. D'altronde se il Milan ha ora nella sua bacheca sette Champion's ma non il numero di scudetti vinti dalla Juve forse un motivo ci sarà...forse a suo tempo quella che è stata la protagonista assoluta del calcio europeo si diede delle priorità che risultarono vincenti.

Onore a mister Allegri quando dice "Sono orgoglioso dei miei ragazzi". Il Real ha giocatori di caratura mondiale e nella ripresa ha fatto una grandissima partita. In particolare, sul pubblico maschile, l'incontro ha raggiunto l'87.2% sui giovani 20-24 anni.

Con la vittoria a Cardiff, il Real Madrid è diventata la prima squadra a vincere due Champions di seguito da quando è stato modificato il formato della competizione (1993).

Sul podio anche il Paris Saint Germain, per cui vale un discorso simile a quello della Juventus: tanto che i parigini si trovano davanti anche a squadre che nelle ultime stagioni hanno alzato la coppa, come Bayern Monaco e Barcellona. Rimane indiscutibile sia chiaro, la grande stagione ed una dimensione europea conquistata anno dopo anno dalla squadra bianconera, sui campo di gioco di tutt' Europa. Ce l'ha fatta il Real di Zinedine Zidane, con la sua umiltà e grazie alle capacità tecniche dei suoi giocatori.

Per la Juventus rimane l'amarissimo ricordo di un'altra sconfitta in finale, che fa più male delle altre precedenti perché nessuno se l'aspettava, sopratutto non così.

Il match trasmesso in chiaro su Canale 5, oltre che sulla pay tv Premium Sport, ha registrato addirittura 13.796.000 telespettatori e il 58.21% di share (63.48% di share commerciale): numeri strabilianti considerando che la già citata finale del Festival di Sanremo aveva superato di poco i 12 milioni di spettatori (ma con uno share di poco superiore, 58.4%).

Correlati:

Commenti


Altre notizie