Spiagge sporche, Legambiente: "Sette rifiuti ogni 100 metri"

Scout e Legambiente insieme: ma quanti rifiuti ci sono sul nostro arenile?

Ogni 100 metri di spiaggia si trovano 670 rifiuti.

Il monitoraggio è stato realizzato nell'ambito di Spiagge e Fondali Puliti - Clean Up The Med, la campagna realizzata in collaborazione con Cial, La Filippa, Mareblu, Novamont, Sammontana e Virosac. Il report è stato effettuato su 62 spiagge italiane per un totale di oltre 200mila metri quadri, pari a quasi 170 piscine olimpioniche. E non va meglio se spostiamo lo sguardo verso il mare, zeppo di rifiuti sui fondali e di microplastiche.

Nell'84% degli oggetti rinvenuti, la plastica si conferma il materiale più trovato. A far la parte da leone tra gli oggetti trovati sulle spiagge monitorate ci sono gli imballaggi (34%).

Dai mozziconi di sigaretta ai sacchetti e le bottiglie di plastica, dai residui del pic-nic alle lattine, tutto verrà rimosso con cura dai nostri volontari. A seguire: i mozziconi di sigaretta (8,5%), le bottiglie e i contenitori di plastica per bevande (7,7%), i cotton fioc (6,1%); le stoviglie usa getta (4,4%), polistirolo (4,4%), bottiglie e contenitori di plastica non per bevande (2,9%) e altri oggetti di plastica (2,8%).

L'undicesimo oggetto più presente sulle spiagge italiane è il sacchetto di plastica, le shopper e le buste, che sono presenti con una percentuale del 2%. Interessante sottolineare come il 64% dei rifiuti spiaggiati sia stato concepito e creato per essere usa e getta. E anche quest'anno la regina indiscussa dei rifiuti spiaggiati sulle spiagge campane rimane la plastica con il 78%.

Sulle spiagge italiane è emergenza rifiuti.

Le altre spiagge finaliste sono: Abruzzo - Vasto, spiaggia di Punta Penna; Basilicata - Marina di Pisticci, San Basilio (Mt); Calabria - Spiaggia di Sovereto di Isola Capo Rizzuto; Campania - Litorale di Mondragone (Ce); Emilia Romagna - Comacchio (Fe), spiaggia libera Vascello D'Oro Lido degli Scacchi; Friuli Venezia Giulia - Trieste, Canovella Degli Zoppoli; Lazio - Baia di Monte D'Oro, Scauri (Lt); Marche - Spiaggia di Numana (An); Molise - Termoli, Spiaggia libera nei pressi del Circolo della Vela; Puglia - Trani, spiaggia tra il Castello e la Cattedrale; Torre Mileto; Sardegna - Domus de Maria, spiaggia di Chia; Piscinas, Costa Verde; Sicilia - Scala dei Turchi (Ag); Toscana - Viareggio, spiaggia della Lecciona; Litorale di Cecina e Bibbona; Riserva naturale della Bufalina (Marina di Vecchiano); Veneto - Laguna del Mort (comune di Jesolo). Anche i rifiuti legati alle attività di pesca e acquacoltura contribuiscono a sporcare le spiagge.

Anche quest'anno si rinnova la grande iniziativa di sensibilizzazione ambientale Spiagge Pulite, una delle più grandi campagne di volontariato attivo, su un tema ambientale, realizzata nel nostro paese e nell'intero bacino mediterraneo. I bastoncini di appena 10 cm di lunghezza, se messi tutti assieme, arrivano a percorrere 254 metri. Occupano il sesto posto della classifica e negli ultimi quattro anni sono aumentati notevolmente: passando dai 667 (monitorati su 24 spiagge) nel 2014 ai 2539 del 2017 (monitorati su 62 spiagge). Un'esperienza, quella di Legambiente che l'associazione porterà al Palazzo di Vetro di New York partecipando alla Conferenza delle Nazioni Unite sugli oceani il prossimo 5-9 giugno.

Correlati:

Commenti


Altre notizie