Nibali Re dello Stelvio: ride le#39;Italia ma Domoulin resta in maglia rosa

LaPresse  Gian Mattia D'Alberto

Vincenzo Nibali ha battuto allo sprint spagnolo Mikel Landa nella 16esima tappa da Rovetta (Bergamo) a Bormio (Sondrio), lunga 222 chilometri con il Mortirolo e il doppio Stelvio.

Quell'Italia che in questo Giro così importante non riusciva a farsi vedere oggi finalmente è esplosa e non lo ha fatto solo con la magnifica vittoria di Nibali ma anche con il bellissimo quarto posto di Domenico Pozzovivo della AG2R la mondiale che ha chiuso alle spalle di Quintana, rimanendo sempre nel gruppo dei migliori. Il colpo di scena c'è stato all'inizio dell'ascesa finale, quando la maglia Rosa è stato costretto a fermarsi per problemi intestinali, che lo hanno costretto a bordo strada per circa un minuto. Dumoulin ha contestato il mancato rallentamento dei rivali che in realtà hanno frenato, poi sono ripartiti ed è scoppiata la bagarre. Negli scorsi giorni ha addirittura nevicato sia sul Mortirolo che sullo Stelvio. Per fortuna a un certo punto della gara ieri dopo il passaggio dei primi 20-30 corridori provvidenzialmente è stata segnalata da un motociclista addetto alla assistenza, ma se un incauto cicloamatore fosse caduto lì gli sarebbero finiti addosso senza poterlo schivare. Ma questo Giro non si gioca solo sulle montagne perché la maglia rosa è uno specialista delle prove contro il tempo e per arrivare a Milano bisognerà affrontare una nuova crono. Cose che si possono superare. "Sono arrabbiato con me stesso". Come a voler dire: chi vuole vincere il Giro dovrà fare i conti con me. Ieri sera, Anna, la moglie di Michele (Scarponi, ndr), mi ha mandato un messaggio: 'Mi raccomando per domani, pensaci tu'. "Quando sei lì che stai morendo a tutta, pensa a lui'". "Alla fine della tappa io e Quintana ci siamo pure fatti i complimenti". Alcune volte vinci e altre impari. L'anno passato, Steven Kruijswijk, altro talento proveniente dalla terra dei polders, ha perso tutto annegando le sue speranze e frustrazioni nella neve del Colle dell'Agnello. Dal gruppo non mi aspettavo niente nonostante il mio gesto per Nairo, sono molto deluso.

La Maglia Rosa ha dichiarato: "Sono riuscito a salvare la Maglia Rosa".

2 Mikel Landa (Spa) Team Sky s.t.

Correlati:

Commenti


Altre notizie