Merkel, 'di Trump non ci si può fidare'

Dopo visita Trump, Merkel: Europa prenda in mano proprio destino

"Lo abbiamo visto negli ultimi giorni". Voci raccolte da una agenzia di stampa, la Aixos, hanno anzi rilanciato oggi che l'intenzione del presidente sarebbe quella di sfilare gli Stati Uniti dall'accordo parigino. La prova più lampante sono le divisioni sul clima, con un comunicato finale del G7 che ha fatto emergere un 'sei contro uno'.

Una mossa nell'aria da tempo e che al G7 è emersa con prepotenza, mostrando il nuovo volto, quello dell'era Trump, degli Stati Uniti.

Ribadendo l'amicizia con gli Stati Uniti, con il Regno Unito e "come buoni vicini, laddove sia possibile, anche con altri Paesi compresa la Russia", Merkel ha però annunciato l'addio della fiducia tedesca negli Stati Uniti.

"Noi europei dobbiamo prendere il destino nelle nostre mani", ha sottolineato Angela Merkel, secondo la quale le relazioni con il presidente francese Emmanuel Macron devono essere più strette. Il riferimento di Merkel non è solo al clima, ma anche alla Nato con Trump che non ha appoggiato esplicitamente l'articolo cinque dell'alleanza, quello sull'impegno alla mutua difesa. Il viaggio è stato un grande successo per l'America.

Il G7 di Taormina ha acceso i riflettori sulla mancata intesa tra i leader in merito all'accordo di Parigi sul clima. La Casa Bianca sul tema è spaccata: lo stratega del presidente Steve Bannon preme per un'uscita, la figlia Ivanka vuole restare.

Posizione di distacco e scetticismo che la Casa Bianca non pare intenzionata a riemettere in discussione, malgrado Trump abbia ripetuto anche alla conclusione del vertice di Taormina di voler analizzare meglio il dossier dal punto di vista degli interessi nazionali americani.

Correlati:

Commenti


Altre notizie