Inter, Vecchi: "Daremo il massimo per vincere"

CALCIO, INTER; VECCHI: CARRIZO E PALACIO MERITANO APPLAUSO S. SIRO

Dopo la multa e gli allenamenti a parte rispetto al resto della squadra, la società, insieme a Stefano Vecchi, ha deciso di non convocarli per l'ultima partita.

Carrizo e Palacio giocheranno dal 1′ per salutare il pubblico?

"La stagione è stata particolare, ma ringrazio i calciatori per quello che hanno dato".

Joao Mario e Gabigol non convocati? Sono stati presi dei provvedimenti dalla società che ho condiviso. La cosa dell'altra sera credo non sia mai successa prima, il provvedimento è un buon punto di partenza. Non so se dal 1' o meno, ma andranno in campo . L'aspettativa è che chi vada in campo si sudi la maglia. Non è un problema grave ma servono tre settimane di stop per recuperare appieno. Miranda ieri si è fermato per un altro problema indipendente dal precedente. "Qualcuno è acciaccato, non abbiamo l'organico al completo in questo momento". "Contro la Lazio ho visto una delle migliori gare della stagione". Ce ne sono parecchi che meritano di vestire questa maglia ma non mi va di fare nomi.

Vecchi ha immediatamente capito l'andazzo stagionale, ma da tesserato dell'Inter ha cercato di fare al meglio il suo lavoro per portare la squadra al termine della stagione con dignità: "I problemi li avevo messi in conto - ha ammesso - Qualcuno si è tirato un po' indietro ma sono comunque contento di come ha lavorato la squadra. E poi bisogna trasmettere cultura del lavoro". Le cose che sono uscite fuori hanno chiaramente penalizzato questa stagione ma possono essere un modo per far riflettere perché questi errori non vengano più commessi. Questo è un gruppo di giocatori che possono garantire una base da cui partire. Spalletti ha iniziato benissimo vincendo in C e in B. Ultimamente sta facendo benissimo ovunque e ha dimostrato chi è anche a Roma. "E' sicuramente uno dei migliori su piazza". "Devo valutare ancora - dice il tecnico nerazzurro - ma due giocatori come loro meritano il saluto del tifo". Non era per forza questione di rosa assortita male.

Correlati:

Commenti


Altre notizie