Atto finale della competizione europea: domani si affrontano Ajax e Manchester United

UEFA Europa League

Alla vigilia del match i due tecnici hanno dato sfogo alle loro sensazioni e previsioni in conferenza stampa, con Mourinho che si è soffermato principalmente sui tragici avvenimenti di Manchester.

Gli olandesi invece, hanno chiuso a una sola lunghezza dal Feyenoord campione e possono contare 10 vittorie nelle ultime 14 partite disputate.

Il Manchester United vuole assolutamente tornare a vincere un trofeo continentale dopo anni di buio.

L'Europa League è l'unico modo per il Manchester di ritornare in Champions League. Anche i Red Devils non hanno avuto vita facile ma si sono sbarazzati del Celta Vigo con un complessivo 2-1 anche senza l'infortunato Ibrahimovic. Come è regola ormai per le finali dei tornei europei, anche la finale di Europa League sarà in diretta su TV8 alle 20:45 di domani, mercoledì 24 maggio. In un comunicato pubblicato sul sito internet del club, il tecnico del ManUtd, Jose' Mourinho, ha espresso il suo dolore per quanto avvenuto ieri sera. Questa la attuale divisione delle fasce, con la prima che è occupata dalle formazioni che hanno vinto i principali campionati nazionali, oltre a quella che si imporrà in Champions (Juve e Real hanno già vinto il loro campionato).

Per l'ultimo atto della coppa le quote dei bookmaker puntano all'unanimità sul Manchester United, che figura come squadra in trasferta: l'opzione favorita è quindi il segno 2 che snai.it abbassa a 1,83; segno 1 per il successo dell'Ajax a 4,50, segno X per il pareggio a 3,50. Il pre partita (a partire dalle 20) ed il post partita (previsto a partire dalle 22.45) saranno invece condotti da studio da Anna Billò, Daniele Adani, Paolo Condò e Leonardo Araujo.

Ajax (4-3-3): Onana; Veltman, Sanchez, de Ligt, Riedewald; Klaassen, Schone, Ziyech; Traoré, Dolberg, Younes- Allenatore: Peter Bosz.

Fuori causa anche il difensore argentino Rojo, mentre l'ivoriano Bailly è squalificato.

Manchester United (4-2-3-1): De Gea, Darmian, Smalling, Blind, Valencia, Carrick, Pogba, Fellaini, Lingard, Mkhitaryan, Rashford.

Se in Premier lo United ha balbettato non poco chiudendo con un anonimo sesto posto, il UEL la squadra ha tenuto un rendimento strepitoso.

Correlati:

Commenti


Altre notizie