Rapina in gioielleria a Piacenza, feriti due banditi

Piacenza tentata rapina gioielleria feriti ed arrestati i due rapinatori

Sparatoria in pieno centro storico a Piacenza, nella mattinata di mercoledì.

Il titolare li ha rincorsi e sono stati raggiunti, anche da alcuni passanti, mentre provavano a salire su una moto. A quanto si apprende, due rapinatori avrebbero assaltato con delle armi una gioielleria, facendosi consegnare il bottino per poi fuggire a piedi. Uno dei Carabinieri con la pistola d'ordinanza ha sparato ferendo un bandito alla mano e l'altro alla coscia. I fatti di cui deve rispondere sono avvenuti il 17 aprile quando ha avvicinato un coetaneo che stava passeggiando sulla riviera sud e gli ha chiesto il portafogli, minacciando di colpirlo con il casco.

Lo stesso infatti era già stato individuato quale autore di una serie di rapine, condotte con analoghe modalità, consumate sulla riviera nord nei primi mesi dell'anno 2015, sempre a danno di giovanissimi e sempre commesse al fine di impossessarsi di portafogli e telefoni cellulari. I due rapinatori sarebbero di origine slava e sarebbero stati feriti uno di striscio alla mano e uno più seriamente alla gamba. Un bosniaco e un macedone hanno minacciato un gioielliere nel suo negozio devastando la vetrina e portando via degli orologi Rolex. I Carabinieri intervenuti subito dopo l'allarme dato dalla vittima, estrapolate le immagini dell'impianto di videosorveglianza del bar, hanno identificato il rapinatore e si sono messi immediatamente sulle sue tracce.

Correlati:

Commenti


Altre notizie