Palermo: soldi per informazioni, arrestato impiegato Tribunale di sorveglianza

Palermo-intercettazione

In particolare è accusato è accusato di aver commesso i reati di "induzione indebita a dare o promettere utilità", "accesso abusivo ad un sistema informatico" e "millantato credito". È accusato anche di millantato credito presso un funzionario dell'UNEP (ufficio notificazioni, esecuzioni e protesti) di Palermo, si è fatto promettere del denaro dal titolare di un'attività commerciale. Ad alcuni di loro lo stesso impiegato del tribunale avrebbe fornito informazioni acquisite dal sistema informatico dell'organismo giudiziario dietro il pagamento di somme di denaro.

Le indagini, iniziate quasi tre anni fa, sono state condotte dal procuratore aggiunto Bernardo Petralia e dal sostituto procuratore Francesca Mazzocco.

Correlati:

Commenti


Altre notizie