Addio a Daniele Piombi, il signore della Tv

Morto Daniele Piombi: il conduttore aveva 84 anni

La notizia della sua morte è stata diffusa sul suo profilo Facebook: "Oggi, la Televisione italiana ha perso uno dei suoi più grandi protagonisti". La sua carriera in rai iniziò per caso: chiamato per un provino, gli venne chiesto di improvvisare una radiocronaca e se la cavò benissimo. La sua straordinaria eleganza e la sua ineguagliabile classe continueranno a vivere nei ricordi di chi lo ha amato e conosciuto.

Daniele Piombi è morto all'età di 84 anni.

Il suo debutto in tv, nelle vesti di presentatore, risale al lontano 1955, quando, giovanissimo, a soli 22 anni, condusse "Viaggiare".

L'amministrazione comunale e l'associazione "Comitato matildico" "nell'esprimere le più sincere condoglianze ai famigliari, intendono onorare il ricordo di Daniele Piombi nell'edizione 2017 del Corteo in programma la prossima settimana, dal 26 al 28 maggio". Durante il Festival di Sanremo curava la rubrica "Il taccuino".

Negli anni successivi ha condotto numerose trasmissioni legate alla musica come Canzoniere italiano e Anteprima Sanremo, e dopo essere stato commentatore per la RAI dell'Eurovision Song Contest 1988, nel biennio 1988-1989 ha condotto due edizioni della manifestazione canora Napoli prima e dopo.

Nella seconda metà degli anni cinquanta si trasferì a Milano, dove si realizzavano i maggiori programmi di successo dell'epoca.

Tra gli impegni più recenti, invece, quello svolto per Rai International nel 2000 con dieci puntate sul Made in Italy, dedicate agli stilisti, alla moda di gioielli e pelletterie, mentre nel 1998, sul primo canale della tv di Stato, condusse 'Linea Bianca' mostrando le molte località montane italiane.

Nel 1960 ha inventato il "Premio Regia Televisiva", manifestazione che attribuisce i cosiddetti Oscar TV.

Correlati:

Commenti


Altre notizie