Vaccini, ok a decreto su obbligo a scuola

ANSA                       ANSA

L'obbligo delle vaccinazioni per l'iscrizione asili nido e materne scatterà dal prossimo settembre per la fascia di età 0-6 anni. Non è al momento specificato il destino di chi, non essendo stato vaccinato, ha contratto spontaneamente la malattia, sviluppando naturalmente gli anticorpi (il caso classico è quello della varicella che in molte regioni non era offerta tra i vaccini finora consigliati e che ogni anno colpisce intere scolaresche).

L'obbligo di vaccinarsi produrrà "l'impossibilità di iscriversi al sistema scolastico zero-sei anni.Per la scuola dell'obbligo la mancanza di documentazione sui vaccini produrrà da parte dell'autorità scolastica sanzioni dalle dieci alle trenta volte maggiori di quelle esistenti". È passata dunque la proposta della ministra Fedeli, mentre la titolare della Salute Lorenzin chiedeva il divieto di iscrizione a scuola per i non vaccinati fino a 10 anni. Lorenzin ha spiegato che "con questa misura si pensa di intercettare quella larga parte di genitori che non vaccinano non perché hanno convincimenti contrari, ma perché non hanno avuto la percezione del rischio e del fatto che la vaccinazione è una fatto importante di sanità individuale e collettiva".

I COMMENTI - "Superare le difformità a livello regionale e dare un'unica linea di indirizzo".

Dai 6 ai 16 anni scatta una serie di misure: si dovrà presentare alla scuola il certificato di vaccinazione, altrimenti il dirigente scolastico farà una segnalazione alla Asl, la quale contatterà la famiglia e darà un arco di tempo nel quale effettuare la vaccinazione al proprio figlio, se non lo farà andrà incontro a multe pesanti.

Per le scuole dell'obbligo ci sarà una sanzione pecuniaria.

E' arrivato il via libera del Consiglio dei ministri al decreto legge che reintroduce l'obbligatorietà delle vaccinazioni per l'iscrizione a scuola. Se non si è in regola con le vaccinazioni o si è in lista di attesa, la scuola deve riferirlo all'Asl, che si incaricherà di chiamare la famiglia, intimando la vaccinazione entro un determinato numero di giorni. "Spero che ci sia un approfondimento con il ministero dell'Istruzione, che ha il timore che venga leso il diritto all'accesso alla scuola". "Attraverso l'estensione dell'obbligatorietà eviteremo che le difficoltà che oggi ci sono si trasformino in vere e proprie emergenze", ha osservato il presidente del Consiglio.

Correlati:

Commenti


Altre notizie