Roma, blitz contro abusivi: muore senegalese durante la fuga

MARINO  In via del Mandrione gli agenti hanno trovato stupefacente e materiale per il confezionamento oltre a numerosi proiettili

"E' caduto ed ha battuto la testa" descrivendo, dunque, un inseguimento finito male.

Altri testimoni, secondo una versione non confermata, hanno detto che il 53enne "è stato investito da un motorino dei vigili urbani in borghese mentre scappava dal controllo".

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo. Dopo una corsa per eludere i vigili urbani si sarebbe accasciato a terra.

Ricostruzione smentita anche da altre testimonianze. Conosco la correttezza e la preparazione degli uomini della polizia locale e mi affido ai loro rapporti sul campo", ha commentato Davide Bordoni, capogruppo di Forza Italia al Comune, affondando il colpo contro la giunta Raggi: "Quanto accaduto oggi ha solo un colpevole e questo è il sindaco di Roma che in un anno ha permesso la proliferazione del fenomeno dell'abusivismo commerciale senza approntare alcun regolamento od ordinanza in grado di arrestare questo fenomeno. Un ambulante senegalese ha perso la vita durante un controllo antiabusivismo da parte dei vigili urbani al centro.

Secondo Mauro Favale di Repubblica, che ha pubblicato un post su Twitter, "Una ventina di senegalesi protestano sul Lungotevere". Il reparto celere della Polizia è intervenuto con manganelli e caschi in testa per reprimere immediatamente la "pericolosa" manifestazione.

"Non esiste coinvolgimento diretto tra l'operazione anti-abusivismo avvenuta stamattina e il decesso del cittadino senegalese avvenuto a circa 500 metri di distanza", ha sottolineato il Comando della polizia di Roma Capitale. "Il mio cordoglio va ai familiari di Nian Maguette e alla comunità senegalese". Probabilmente l'uomo è stato colto da un malore.

Quando sono comparsi gli agenti tra i tanti abusivi presenti nella zona dell'Isola Tiberina è scattato il fuggi fuggi generale.

Correlati:

Commenti


Altre notizie