Vaccini, commissario Ue: "deplorevole epidemia morbillo in Italia"

20170418_174448_8AEC0917

A spiegarlo è il ministero della Salute, che ha diffuso i dati. Sono queste, in sostanza, le raccomandazioni dei Center for Disease Control and Prevention (Cdc) di Atlanta, che nella loro ultima nota hanno inserito il nostro Paese nell'elenco delle nazioni a rischio per la salute. Per venire nel Bel Paese infatti gli statunitensi dovranno prendere drastiche misure precauzionali: innanzitutto assicurarsi di essere vaccinati contro il morbillo o vaccinarsi; e una volta raggiunta l'Italia lavarsi spesso le mani e evitare di toccarsi il volto prima essersele lavate. Accanto a questi sintomi, inizialmente compaiono dei puntini bianchi all'interno della bocca, seguiti a 3-4 giorni di distanza dalla comparsa delle macchie rosse (l'esantema), piccoli puntini rosso vivo che dapprima compaiono dietro le orecchie e il viso per poi allargarsi a tutto il corpo. Le polemiche che in molti casi sono scoppiate intorno ai vaccini e ne hanno provocato la riduzione rischia adesso di consentire al morbo contagioso di rialzare la testa e contaminare quello che ormai era considerato un paese invulnerabile. La sua morte, congiuntamente ad altri 11 casi registrati nel Paese hanno fatto scattare l'allarme negli ambienti della Sanità locale in quanto si pensava che il virus fosse stato eradicato nel 1994. Il 92% dei contagi è concentrato in sette regioni: Piemonte, Lazio, Lombardia, Toscana, Abruzzo, Veneto e Sicilia.

Tra le città più visitate per Pasqua, così come riportato da Skyscanner, spicca Catania, prima meta italiana per voli preceduta solo da Londra, Amsterdam e New York. "In Europa ci siamo noi, gli austriaci, i tedeschi, i francesi che lo teniamo bello circolante". Lo afferma in un tweet il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, commentando il dato del superamento dei 1000 casi di morbillo in Italia dall'inizio dell'anno.

Il rischio per i bambini è soprattutto di complicazioni più pesanti per i loro organismi più deboli, quali infezioni super-batteriche come otiti, polmoniti, encefaliti. Il 90% di tutti i colpiti non era vaccinato, a conferma delle preoccupazioni degli esperti sul calo delle vaccinazioni.

Correlati:

Commenti


Altre notizie