F1, libertà provvisoria per Mallya

British Grand Prix Silverstone 07- 10 July 2016

Aveva appena finito di commentare con entusiasmo via twitter i test di formula uno in corso in Bahrain ed il ritorno in pista del suo test driver messicano Alfonso Celis, quando l'uomo d'affari indiano Vijay Mallya, team principal della scuderia "Sahara Force India", è stato arrestato a Londra dagli agenti di Scotland Yard.

Mallya nel pomeriggio dovrà apparire davanti alla Magistratura di Westminster, in quanto nell'iter processuale per l'estradizione è prevista la possibilità di una misura cautelare per consentire all'imprenditore di presiedere ad un'udienza prima che venga presa una decisione in merito al suo ritorno in patria.

Dopo l'arresto avvenuto ieri mattina a Londra, Vijay Mallya è stato scarcerato dopo aver pagato la cauzione pari a 650.000 sterline (767.000 euro), ottenendo inoltre la libertà vigilata provvisoria. Lo riferisce Ndtv di New Delhi. Nell'aprile dello stesso anno il governo indiano aveva ritirato il passaporto, costringendo il patron della Force India ad un esilio forzato in Inghilterra, dove ha assistito (unica volta durante tutta la stagione) al Gran Premio di Silverstone dal muretto.

ESTRADIZIONE Autorevoli fonti governative indiane hanno indicato all'emittente che l'udienza di ieri è stata il primo passo di una battaglia legale per l'estradizione, che si presenta lunga e complessa.

Guai per la Force India, team della F1 che quest'anno ha conquistato i tifosi del Palermo per la scelta di far propri i colori rosanero.

Correlati:

Commenti


Altre notizie