Pyongyang: "Se vogliono guerra, siamo pronti"

Trump La Cina ci sta aiutando con il problema in Nord Corea

Secondo gli analisti militari tali missili potrebbero un giorno essere in grado di colpire bersagli fino agli Stati Uniti continentali, anche se la Corea del Nord non li ha ancora testati. La 'Giornata del Sole' è stata presieduta dal leader Kim Jong-un e l'esercito della Corea del Nord ha mostrato il suo arsenale di armi, una gamma tra cui diversi missili balistici e un possibile nuovo missile intercontinentale. A dirlo è il viceministro degli Esteri nordcoreano Han Song Ryol in un'intervista all'agenzia Ap, sostenendo che il prossimo test nucleare sarà condotto quando il quartier generale supremo nordcoreano lo riterrà più opportuno. Ieri, durante la parata militare organizzata per celebrare l'anniversario della nascita del "padre della patria" Kim Il-sung, Kim Jong-un aveva fatto sfilare i nuovi missili intercontinentali. "Se gli Stati Uniti rivolgeranno provocazioni sconsiderate contro di noi, le nostre forze rivoluzionarie saranno pronte a combattere e risponderanno all'istante con la guerra a tutto campo e gli attacchi nucleari con il nostro arsenale nucleare", ha detto Choe. "Penso che tutte le parti interessate dovrebbero mantenere alta la vigilanza per quanto riguarda questa situazione". Nelle sfere governative, oltre che su Pyongyang, ormai ci si concentra sul primo summit di dialogo economico bilaterale di martedì con Pence e altri esponenti di primo piano dell'Amministrazione Usa. Il Cremlino invita i due 'sfidanti' ad evitare qualsiasi atto provocatorio: "E' con grande preoccupazione che stiamo guardando l'escalation delle tensioni nella penisola coreana: invitiamo tutti i paesi a dar prova di moderazione e ammoniamo contro qualsiasi azione che potrebbe portare a misure provocatorie".

Ad alimentare il clima di tensione, poi, è la notizia che gli Stati Uniti hanno sganciato, in Afghanistan, sulla provincia di Nangarhar, la cosiddetta "madre di tutte le bombe". Pyongyang ha avvertito che un "grande evento" è vicino, spingendo l'intelligence a temere un test nucleare.

"Abbiamo l'impressione - ha continuato Wang - che un conflitto potrebbe scoppiare in qualsiasi momento". Lo rende noto la tv cinese Cctv.

Correlati:

Commenti


Altre notizie