Omicidio Lettieri, il legale di Fuscaldo: "Inquinata la scena del crimine"

Antonella Lettieri Ultime notizie

L'uomo è accusato dell'omicidio di Antonella Lettieri, la commessa di 42 anni assassinata l'8 marzo nella sua abitazione di Cirò Marina, nel crotonese. Ed ancora, quale sarebbe il reale movente dietro l'efferato omicidio?

"La scena del crimine è stata inquinata". Inoltre l'avvocato sostiene che se le tracce ematiche trovate sulla trapuntina appartengono alla donna così come le chiazze di sangue sugli scarponcini, non si può dire che il Dna rinvenuto negli scarponcini appartenga proprio a Fuscaldo.

Bisognerà ora attendere le motivazioni del Tribunale del Riesame per comprendere il percorso logico-giuridico seguito dai giudici per confermare la custodia cautelare in carcere. Il riferimento è alla ciocca di capelli castani lunga 5/6 centimetri e rinvenuta tra le mani di Antonella Lettieri: secondo le analisi effettuate, questa apparterrebbe alla stessa 42enne uccisa, a riprova del fatto che la vittima abbia lottato con tutte le sue forze contro il suo spietato assassino.

Il giudice si è pronunciato a due giorni dall'udienza in cui ha acquisito tutte le istanze presentate dall'avvocato Francesco Amodeo che difende il bracciante agricolo.

Correlati:

Commenti


Altre notizie