Stadio Roma, dibattito infuocato in Consiglio su un progetto che non c'è

Stadio Roma: Montuori, palazzine Business Park alte come impianto

Un progetto che permetta una revisione della precedente delibera a partire da una riparametrazione e riformulazione delle opere che determinano l'interesse pubblico dell'intervento.

Ma il progetto ancora non cè, come ha ammesso ieri in aula lo stesso assessore all'Urbanistica Luca Montuori: "Oggi qui non siamo a presentare un progetto, chiunque abbia pensato o abbia indotto altri a pensare che si potesse realizzare un nuovo progetto in così poco tempo non vuole capirne la complessità", ha detto, per poi precisare: "Volevo rassicurare tutti i cittadini che l'interesse pubblico sarà mantenuto, e sicuramente imporremo di fare le opere prima del calcio di inizio, perché questo progetto possa soddisfare l'interesse di un intero quadrante della città".

ROMA Per il momento l'unica certezza è che lo Stadio della Roma a tor di Valle non ha spaccato la maggioranza pentastellata in Campidoglio.

"E' un percorso che ci portera' nel breve periodo all'approvazione degli atti necessari da consegnare alla conferenza dei servizi in corso - ha proseguito Montuori - successivamente di ricevere un nuovo progetto sviluppato secondo quelle linee che verranno indicate e su cui il consiglio si esprimera' riformulando di fatto l'interesse pubblico dell'intervento".

Il piano concordato con l'As Roma prevede per ora solo le cubature dimezzate. La spaccatura interna al Movimento 5 Stelle, inizialmente prevista dai tanti malumori tra le diverse correnti, alla fine non c'è stata: i 25 consiglieri di maggioranza presenti, mentre quattro erano assenti giustificati per "motivipersonali" dal capogruppo Paolo Ferrara, hanno votato sì. "Un allungamento del percorso che ci permetterà anche di arrivare fino al ponte dei Congressi". Per il consigliere dem Giulio Pelonzi, "il progetto autorizzativo non durerà meno di due anni".

Correlati:

Commenti


Altre notizie