Gb, la Regina firma l'avvio dell'iter per la Brexit

Brexit arriva l'ok della Camera dei Comuni

Theresa May ha reagito duramente all'iniziativa del governo scozzese, parlando di una decisione "divisiva".

L'annuncio è stato fatto dal presidente della Camera, John Bercow. Tali orientamenti potranno essere aggiornati o modificati nel corso dei negoziati, se necessario.

Tuttavia, a scombussolare ulteriormente i piani del primo ministro britannico (ricordiamo che lo step del voto parlamentare sulla Brexit era stato imposto dalla Corte Suprema contro il volere del governo) è intervenuta la leader scozzese, Nicola Sturgeon, che ha annunciato di volere avviare l'iter per un secondo referendum sull'indipendenza dal resto del Regno Unito, dal momento che la Scozia ha intenzione di rimanere nel mercato unico europeo. L'aula ha respinto i due emendamenti proposti dalla camera dei lord che avrebbero ritardato il percorso della legge per attivare l'uscita del Regno Unito dall'Unione europea.

La seconda sfida é rappresentata dall'assestamento finanziario del Regno Unito fuori dall'Unione europea, che rischia di essere tra i temi focali nella riunioni di Bruxelles. La Commissione nomina Michel Barnier come capo negoziatore. Ma la premier potrebbe obiettare ai tempi indicati da Sturgeon, entro i primi mesi del 2019, prima dell'effettiva uscita della Gran Bretagna dall'Unione europea.Sturgeon ha avvertito il governo di Londra che non deve esserci un "meccanismo di blocco" per il suo progetto.

L'ultima variabile é legata alla capacitá dell'Esecutivo di Theresa May di gestire le aspettative dei cittadini britannici per un periodo di due anni, con battute d'arresto nella negoziazione che potrebbero tradursi in una maggiore volatilità dei mercati finanziari.

Non è solo la questione scozzese ad animare il dibattito sulla Brexit, ma anche quella dell'Irlanda del Nord. Non concederlo, inoltre, significherebbe confermare una posizione accentratrice da parte di Londra, alla luce anche del voto sulla Brexit.

Correlati:

Commenti


Altre notizie