Italia apre alle sperimentazioni del 5G in cinque città

Parte la sperimentazione 5G in cinque città italiane

I lotti di gara per i quali presentare progetti sono tre e il primo riguarda il territorio della città metropolitana di Milano. Le cinque città di cui vi parliamo oggi invece sono state scelte direttamente dal Ministero dello Sviluppo Economico, che vuole rendere l'Italia uno dei primi Paesi ad offrire la nuova tecnologia cellulare - spinto dall'Europa che vuole far partire la sperimentazione entro il 2018. La sperimentazione interesserà 5 città italiane: l'area metropolitana di Milano, Prato, L'Aquila, Bari e Matera; non ci sarà la Capitale a dare il benvenuto al futuro delle connessioni da (ben) 20 Gigabit al secondo in download.

Sono cominciati i test per le reti mobili 5G in Italia.

La sperimentazione potrà coinvolgere fino a un massimo di 3.000 utenze che potranno usufruire di prestazioni e velocità di trasmissione estremamente elevate e di servizi e applicazioni sperimentali. "L'infrastruttura è la condizione abilitante, ma la vera sfida è quella di candidare l'Italia ad essere punto di riferimento per la creazione di prodotti e servizi che sfruttino la tecnologia 5G" ha spiegato il sottosegretario allo Sviluppo economico Antonello Giacomelli. Il 5G abiliterà nuovi servizi innovativi che cambieranno anche il modo di vivere e di spostarsi dei cittadini o il modo stesso di produrre da parte delle imprese. Questo per quanto riguarda Milano, Prato (con il suo distretto industriale) e Bari. "Il pubblico fa per intero la sua parte e chiediamo ai protagonisti del mercato di fare la loro creando business e opportunità che concorrano a far crescere l'Italia".

Il bando non è quindi rivolto solo agli operatori TLC ma anche ad altri soggetti di livello nazionale ed internazionale che vogliono sperimentare servizi con la tecnologia 5G come università, enti e centri di ricerca, il ministero auspica il coinvolgimento anche di PMI locali, startup ed enti pubblici. Il 5G è una tecnologia che ha forti potenzialità sul fronte dei servizi che potranno essere sviluppati sia per il settore produttivo sia per i cittadini.

Le città sono state selezionate sulla base di criteri relativi alla distribuzione geografica, alla capillarità di connettività ultraveloce, alla disponibilità di frequenze nella banda 3,7-3,8, all'appartenenza ai corridoi europei. Le domande potranno essere presentate entro il 15 maggio; entro il 14 luglio saranno selezionati i progetti che partiranno entro la fine del 2017. La Federal Communications Commission (FCC) ha cercato di creare un ambiente che incoraggerà le tecnologie a diffondersi e a guidare il mondo nella generazione del 5G.

Correlati:

Commenti


Altre notizie