Vitalizi, M5S: "Privilegi medievali che vogliamo abolire"

Vitalizi, M5S:

Ricalcolare tutti i vitalizi attualmente in essere con il sistema contributivo in vigore a Montecitorio e Palazzo Madama dal 2012. "Nel silenzio generale è stata fatta slittare e ci hanno detto chiaramente che non si deve andare a votare a giungo e che questi signori si vogliono prendere la pensione a settembre". Nel giro di poche ore abbiamo visto il Pd che cominciava ad accampare scuse, Boeri che cambiava idea e una serie di parlamentari dell'ufficio di presidenza che stanno facendo trapelare che probabilmente questa delibera sarà sabotata da un parere nell'ufficio di presidenza. Ce lo aspettiamo dal presidente Grasso.

"Lanciamo un conto alla rovescia - ha detto Di Maio - con un pulsante che è lì, da qui al 15 settembre per attivare un count down per l'abolizione dei vitalizi". E, infine, il deputato del Movimento 5 Stelle punta il dito contro la politica di Renzi: "Pare non abbia ancora capito la portata della batosta di dicembre: prende il reddito cittadinanza, la nostra proposta e la sostituisce con il lavoro cittadinanza: queste sono solo operazioni di marketing politico che lo continuano a danneggiare: i cittadini lo hanno capito". Faremo di tutto per far saltare questa ingiustizia. Se entro il 15 settembre non approveranno la nostra delibera e si intascheranno il vitalizio, ne risponderanno davanti ai cittadini.

Andrea Mazziotti presidente della Commissione Affari Costituzionali della Camera ha bocciato senza appello l'iniziativa dei grillini.

Luigi Di Maio, ribadisce che il M5s propone di abolire definitivamente, attraverso una delibera degli uffici di presidenza di Camera e Senato invece che con una legge, i vitalizi "mascherati", così da abolire i vitalizi di deputati e senatori "evitando la navetta tra i due rami del Parlamento, che il più delle volte viene usata per annacquare leggi che nessuno vuole".

Correlati:

Commenti


Altre notizie