Eni perdite ridotte nel 2016. Produzione stabile

Eni perdite ridotte nel 2016. Produzione stabile

Entrambi i documenti, disponibili nella sezione "Investor Relations" del sito web di FCA possono essere consultati e prelevati elettronicamente: John Elkann ha guadagnato alla presidenza di Fca 2,4 milioni di euro nel 2016; all'ad Marchionne sono andati invece 10,6 milioni. Sempre nel quarto trimestre, l'utile è stato pari a 0,46 miliardi di euro, in miglioramento rispetto alla perdita di 0,3 miliardi di euro del quarto trimestre 2015.

I risultati di bilancio consolidati dell'esercizio 2016 approvati dal consiglio di amministrazione di ENI evidenziano per l'intero 2016 un utile operativo adjusted pari a 2,32 miliardi di euro, in calo del 48% rispetto all'anno precedente.

Per quanto riguarda gli altri numeri di bilancio, il Cane a sei zampe ha registrato nel quarto trimestre un utile di 340 milioni e un utile netto adjusted di 459 milioni, il doppio di quanto atteso dagli analisti. La produzione si è attestata a 1,76 milioni di barili al giorno su base annua, in linea con il 2015. nel trimestre la produzione è pari a 1,86 milioni di barili al giorno (-1,5%).

L'anno scorso Eni ha scoperto risorse per 1,1 miliardi di barili a un costo di esplorazione unitario di 0,6 dollari al barile.

Nel contempo, sottolinea l'ad di Eni, "abbiamo preservato la solidità patrimoniale, mantenendo il debito ed il leverage a livelli di assoluta sostenibilità".

Eni ha lasciato invariato il suo dividendo a €0,80 per azione.

In una nota, l'AD Claudio Descalzi, conferma "per il futuro la nostra politica di remunerazione crescente in funzione dell'atteso miglioramento dello scenario e degli utili". Il risultato delle continuing operations ha evidenziato un passivo di 1,05 miliardi di euro. Tornando al quarto trimestre, la generazione di cassa operativa si attesta a 3,2 miliardi, mentre nell'anno e' pari a 8,3 miliardi, in grado di finanziare il 95% degli investimenti in uno scenario Brent a 44 dollari al barile. Per il gas and power, che e' ancora in perdita, e' infine confermato il target di breakeven strutturale nel 2017 grazie anche alla rinegoziazione di contratti gas e alla riduzione dei costi di logistica gia' conseguita.

Correlati:

Commenti