Inchiesta Consip, Emiliano: obbligatorio collaborare, non mi esclude dal gioco

Inchiesta Consip, sms e sostegno all'imprenditore Russo: Emiliano tra i testimoni

BARI, 25 FEB - "La magistratura esamina i fattiliberamente".

Inchiesta Consip: tra i testimoni ci potrebbe essere anche il Governatore della Puglia che potrebbe essere sentito dai magistrati della Procura di Roma. Ebbene, per capire il tasso di innovazione introdotto dal renzismo nella società italiana, da quella generazione di quarantenni salita al potere illudendo tutti che qualcosa in Italia sarebbe cambiato, per capire cos'è stata quella innovazione calandola nella sfida in atto dentro il partito democratico, conviene, più che il ministro Orlando, stare a sentire l'altro avversario di Renzi alla guida del Pd, il governatore Michele Emiliano. Michele Emiliano dovrebbe chiarire il senso di quegli sms, di cui parla oggi 'Il Fatto Quotidiano', ricevuti da Luca Lotti e da Tiziano Renzi, padre di Matteo, riguardanti un presunto sostegno all'imprenditore farmaceutico Carlo Russo. Il contenuto dei messaggi sarà oggetto anche dell'interrogatorio al quale Tiziano Renzi, indagato per concorso in traffico di influenze, sarà sottoposto la settimana prossima dal pm Mario Palazzi, titolare degli accertamenti di piazzale Clodio. "Farò ilmio dovere se l'autorità giudiziaria mi chiederà" ha aggiunto, ribadendo che "il fatto che io sia a conoscenza di fatti chepotrebbero essere rilevanti ai fini di un'indagine, certamentenon potrà ledere alcuno dei miei diritti". Però, ha concluso, "capisco che quando qualcuno sta disperato, adopera ogni sistema per far fuori gli avversari".

Correlati:

Commenti


Altre notizie