Popolare Vicenza: Viola, fusione con Veneto Banca sembra positiva, da approfondire

15418519_1190664671021537_4959979420424047446_o

Sulla fusione con Veneto Banca, l'ad si è invece espresso con riserva: "Bisogna analizzare il piano industriale e vedere se i due istituti assieme sono più forti". La maggioranza assoluta dei soci ha approvato l'azione di responsabilità, ma una percentuale significativa dei vecchi soci ha deciso di astenersi. 15 D. Lgs. 39/2010 come successivamente modificato. "E' abbastanza chiaro oggi, ma lo era anche prima, che restaurare il clima di fiducia è un passaggio fondamentale".

Sull'avvio dell'azione di responsabilità contro la vecchia gestione della Banca Popolare di Vicenza Viola ha infine assicurato: "faremo il più presto possibile", ricordando la precedente esperienza di Mps quando con l'azione di responsabilità vennero recuperati 650 milioni. "Questa banca ha 150 anni di storia, momenti difficili ne ha già vissuti". Le lacrime di chi ha perso i risparmi di una vita, la rabbia di chi ha visto azzerarsi il piccolo capitale hanno caratterizzato l'assemblea tesissima che si è svolta stamattina in fiera a Vicenza.

Si è tenuta martedì l'assemblea ordinaria degli azionisti della Banca Popolare di Vicenza, presieduta da Gianni Mion, a cui hanno partecipato nel momento di massima affluenza 986 azionisti (310 per delega) in rappresentanza del 99,4% del capitale sociale. Nella nota Zonin prende "atto" della delibera dell'assemblea "che costituisce la naturale soluzione per l'accertamento delle responsabilità gestionali che hanno inciso sulla utile gestione di Bpvi". L'ex presidente della Bpvi conferma di essere "a piena disposizione degli inquirenti per chiarire la mia posizione in riferimento a tutte le contestazioni dinanzi alla autorità regolatrici".

Correlati:

Commenti


Altre notizie