Referendum, la Prefettura di Genova: 'Regolari le matite distribuite'

Referendum, la Prefettura di Genova: 'Regolari le matite distribuite'

Come funziona la matita copiativa - Il rischio "bufala", però è dietro l'angolo. Come fa a saperlo? Il regolamento elettorale, prevede che la manifestazione della volontà dell'elettore deve essere irreversibile, in modo che eventuali tentativi di cancellature lascino traccia visibile. Ne nasce l'allarme rimbalzato sui social: le matite non sono indelebili.

Diversamente dalle matite di sola grafite, il tratto di matita copiativa svela ogni tentativo di cancellazione tramite solvente, lasciando evidenti macchie sulla carta, essendo quindi immune da una manomissione altrimenti difficile da smascherare.

"Sulle prime - ha affermato Gigetta Altopiedi, una delle rappresentanti del partito - pensavamo fosse dovuto a imperizia dei presidenti, ora dalla stampa apprendiamo che le matite cancellabili sono state trovate su scala nazionale". Oltre a poter essere cancellato (l'inchiostro può essere rimosso con un solvente), il tratto di una penna non può essere apposto sulle schede elettorali perché visibile sul retro di queste. In tale ultima città il "caso" è stato denunciato e reso pubblico anche dal cantante Piero Pelù. Decine di elettori hanno fatto la prova a cancellare il voto con la gomma da cancellare e con estrema facilità ci sono riusciti.

GLI ALTRI "STRANI" CASI Ma quello delle matite non è l'unico "mistero". Le Prefetture - è bene precisare - possono utilizzare anche le matite che sono rimaste in deposito dagli anni precedenti. In realtà nessun seggio è stato chiuso, ma nella sezione 18 della scuola Mario Rapisardi ed in un'altra della Dante Aligheri a seguito delle proteste di alcuni elettori sono intervenuti gli agenti della polizia municipale per sostituire le matite copiative e annullare alcune schede dubbie. Fatelo pure voi è un vostro diritto! In alcuni casi gli stessi elettori si sono rivolti ai presidenti dei seggi da Ostia ad Acilia, da Cinecittà a Monteverde dopo che avevano provato le matite in questione consegnate dagli scrutinatori su un foglio di carta e avevano poi cancellato tutto con una gomma.

"Il votante Pietro Pelù ha posto il problema che la matita per la votazione data in dotazione facendo una prova su un foglio risulta NON INDELEBILE". Le matite, si è appreso, sono state sequestrate e sostituite con matite copiative.

Correlati:

Commenti


Altre notizie