MAFIA | Catania, 12 arresti nel clan Brunetto

OPERAZIONE KALLIPOLIS

Il clan sarebbe guidato da Pietro Carmelo Olivieri, che opera tra Castiglione di Sicilia, Giarre e Fiumefreddo di Sicilia.

Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catania, hanno consentito di ricostruire l'organigramma del clan, di individuarne i capi ed i gregari. E poi lo spaccio di droga, le rapine ed una serie di colpi nei confronti di autotrasportatori. I reati ipotizzati a vario titolo sono associazione mafiosa, porto illegale di armi, spaccio di stupefacenti e rapina.

Oltre 100 i carabinieri che hanno partecipato all'operazione.

Nel corso delle indagini si è evidenziata una particolare modalità di controllo degli esercizi commerciali da parte del gruppo, anche attraverso l'imposizione, a ristoranti e locali da ballo della riviera jonica, di impiegare alcuni affiliati come buttafuori addetti alla sicurezza, al fine di ostentare il capillare controllo delle attività economiche del territorio.

Uno degli arrestati, Giuseppe Calandrino, è stato trovato in possesso di armi e munizioni. Le nuova accuse sono state, invece, notificate in carcere a cinque indagati già detenuti per altra causa mentre in due mancano all'appello. Dalle indagini è emersa anche l'attenzione usata degli associati nell'evitare controlli delle forze dell'ordine e la ricerca di armi da fuoco per affrontare eventuali aggressioni di gruppi criminali antagonisti.

Correlati:

Commenti