Padre e figlia: i cuori si fermano insieme

Guarda la versione ingrandita di Torino. Gino Leone e la figlia down Roberta morti in casa a distanza di poche ore

Sono morti forse per un attacco cardiaco, a poche ore l'uno dall'altra, il padre e la figlia disabile trovati questa mattina privi di vita nel loro appartamento nella periferia sud di Torino. In casa e sui loro corpi non ci sono segni di violenza, ma i carabinieri indagano sulla loro morte che sembra per cause naturali, ma non hanno del tutto escluso l'ipotesi dell'omicidio-suicidio. Il cognato dell'uomo, accorso dopo la chiamata della sorella, ha dichiarato che nell'ultimo periodo non sembrava ci fossero problemi evidenti. "Così mi ha detto e io sono corso".

Dai primi accertamenti, la donna sembrerebbe essere stata colpita da un attacco cardiaco a poche ore dal decesso del padre. Il papà soffriva di diabete.

Il padre, pensionato, e la figlia Roberta, che lavorava in una cooperativa, sono stati visti per l'ultima volta due giorni fa. Secondo una prima interpretazione dei fatti si tratterebbe di morte naturale. A dare l'allarme, questa mattina, la moglie e madre delle due vittime, che ha trovato i corpi in camera da letto e ha subito chiamato suo fratello, Toni Gasbarroni: "Vieni - racconta l'uomo - sono morti tutti".

Correlati:

Commenti


Altre notizie