Non accetta la relazione della figlia. Tenta di investire il fidanzato

Investe con l'auto il fidanzato della figlia perché non gli piace

I fatti sono accaduti ieri pomeriggiuo intorno alle 14 quando una volante del commissariato di Nardò è intervenuta in centro a seguito di una segnalazione di aggressione.

NARDO'- Non accetta la relazione che il giovane ha con sua figlia di 17 anni e lo pesta. Sul posto, gli operatori avevano notato la presenza di un gruppetto di persone attorno ad un ragazzo, seduto sul marciapiede.

Una storia incredibile quella che è successa in Puglia e più precisamente a Nardò dove un uomo di 66 anni ha deciso prima picchiare selvaggiamente il ragazzo della figlia con pugni e calci anche al capo e poi di investirlo con la sua auto. Il giovane, soccorso con un'ambulanza, è stato trasferitoall'ospedale di Galatina (Lecce) dove si trova ancora inosservazione per accertare eventuali lesioni interne; non è inpericolo di vita. L'uomo, sorpreso quasi in flagranza di reato, è stato arrestato con con l'accusa di tentato omicidio. La stessa vittima ha raccontato ai poliziotti di essere stato investito alle spalle, mentre camminava nei pressi del distributore di carburanti, da un'automobile.

Un'aggressione violenta terminata soltanto grazie all'intervento di due passanti. Gli investigatori non hanno dubbi sulla volontarietàdell'investimento.

Correlati:

Commenti


Altre notizie