Closing Milan, verso sblocco capitali cinesi. Il 13 dicembre lista investitori

«Milan, farò il presidente onorario»

Intervistato nella trasmissione 'Matrix' in onda su 'Canale 5', infatti, il presidente dei rossoneri è tornato sulle difficoltà che gli investitori stanno trovando in queste settimane nello sbloccare i 420 mililioni di euro necessari per completare l'acquisizione del club. Il solo fatto che Berlusconi abbia però contemplato anche la possibilità che il closing possa saltare ha rifatto agitare animi già molto agitati a proposito della trattativa: i cinesi sono ancora in attesa delle autorizzazioni di Pechino per l'esportazione di capitali ma se dovessero tardare è già pronto un finanziamento, tramite fidejussione, di una banca europea a Yonghong Li, il capofila della cordata. Il tema è l'eventuale cessione del club rossonero al fondo cinese Sino Europe Sports: le parole del Cavaliere sembrano ricollegarsi a quel "non credo che sarà il mio ultimo derby, io e Galliani potremmo restare" che il presidente rossonero aveva detto ai giornalisti prima e dopo Milan-Inter di domenica scorsa.

Il closing del prossimo 13 dicembre? "Sarà un Milan tutto italiano e giovane". "La cessione è stata una decisione molto dolorosa ma non si poteva fare altrimenti perché una famiglia non può competere da sola". "Il calcio è diventato il monopoli ed il Milan ha bisogno di tornare ad essere ai vertici mondiali". "Ho cercato persone italiane e non sono riuscito a mettere insieme una cordata, ho provato a fare come il Real Madrid o il Barcellona con un azionariato diffuso ma nulla, alla fine ho dovuto accettare un'unica offerta".

Correlati:

Commenti


Altre notizie