Guida Michelin 2017, Italia seconda al mondo per numero stelle

Svelata al Regio la Guida Michelin 2017: Pizzarotti propone Parma per un Museo della Gastronomia

Confermati gli otto ristoranti tre stelle: Piazza Duomo ad Alba, Da Vittorio a Brusaporto, Dal Pescatore a Canneto Sull'Oglio, Reale a Castel di Sangro, Enoteca Pinchiorri a Firenze, Osteria Francescana a Modena, La Pergola a Roma e Le Calandre a Rubano. Tra questi, 5 novità di cui una conferma: Danì Maison, Terra, Locanda Margon, Seta, Enrico Bartolini.

La Guida Michelin aggiornata offre una "fotografia" di una variegata situazione culinaria, una selezione della migliore cucina e accoglienza offerte dal Bel Paese per un totale di ben 5288 esercizi recensiti. Infine, una stella a Zappatori di Christian Milone a Pinerolo.Il Piemonte riconquista quindi la seconda posizione tra le regioni più premiate con tre new entry, mentre il Lazio è la regione più dinamica, con 7 novità.

Perdono una stella Il Sole di Ranco a Ranco, in provincia di Varese, Il Flauto di Pan a Ravello, in provincia di Salerno, All'Oro di Roma, Giuda Ballerino a Roma, Orso Grigio a Ronzone, Trento, Vo di Torno, Il povero diavolo di Torriana, in provincia di Rimini, L'Accanto a Vico Equense, provincia di Napoli. In tutto, 343 i ristoranti premiati: 294 a Una Stella, 41 a Due Stelle e 8 a Tre Stelle.

Oggi sul palco del Teatro Regio di Parma si è alzato il sipario sulla 62esima edizione della Guida Michelin Italia.

"La notizia della Stella Michelin a Piazzetta Milù ci riempie di orgoglio perché si tratta del primo ristorante della nostra città che può vantare tale riconoscimento". "La Guida Michelin in questi sessanta anni di vita ha fatto viaggiare gli italiani alla ricerca del mangiare bene ora ha deciso lei di mettersi in viaggio partendo da Parma - ha concluso Marco Do, direttore comunicazione Guida Michelin - Iniziamo dalla food valley, la culla delle materie prime che sono la base di ogni piatto stellato". Si tengono strette le "Due Stelle", infatti, il ristorante "Al Sorriso" di Soriso e "Villa Crespi" dello chef della Tv Antonino Cannavacciuolo a Orta San Giulio. Rispetto all'anno passato nella guida compaiono 33 nuovi ristoranti, nessuno fra questi però si trova in Liguria.

Correlati:

Commenti


Altre notizie