Sisma, Protezione Civile Marche: sono 4mila gli sfollati

Terremoto allertata la Protezione civile regionale

Alessandro Amato dell'Ingv ha affermato: "Questo terremoto è legato a quello del 24 agosto ad Amatrice: è nell'area già attiva, probabilmente si tratta dell'attivazione di una nuova faglia". Non viene segnalata alcuna situazione di disagio, ad eccezione dello sgombero di una abitazione nel comune di Valle Castellana minacciata da un confinante edificio che ha riportato alcune lesioni ed ora e' a rischio di crollo: gli occupanti sono stati trasferiti in una struttura alberghiera.

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha comunicato che il terremoto è stato di magnitudo 5,4 e l'epicentro è stato individuato tra Perugia e Macerata vicino a Castel Sant'Angelo sul Nera.

Ore 06:00. La terra è tornata a tremare con forte intensità nella giornata di ieri nel centro Italia dopo il sisma del 24 agosto scorso. "Dal 118 delle Marche sembravano risultare due feriti, invece c'è un ferito lieve". Sono in corso verifiche sulle stutture ospedaliere. A breve il Premier Matteo Renzi si recherà presso le zone più colpite per esprimere la propria vicinanza a chi da un momento all'altro ha perso la casa e tutto ciò a cui teneva, dopo Amatrice dunque ecco un'altra emergenza a cui far fronte rimboccandosi le mani. "Stesso discorso - aggiunge - per la rete ferroviaria, mentre si resta in attesa del completamento delle operazioni di monitoraggio relativamente alla rete autostradale ed a quella di distribuzione di energia elettrica". L' obiettivo è fare un punto della situazione con i sindaci e i cittadini e individuare al più presto le soluzioni più idonee per l'assistenza alla popolazione: è impensabile, infatti, che si possa prevedere un lungo periodo nelle tende, visto che tutti i Comuni sono in zona di montagna, dove le temperature possono facilmente scendere sotto lo zero. La Protezione civile "è in contatto con i presidenti delle regioni e i sindaci stanno gestendo la loro popolazione".

Nel frattempo su richiesta del coordinamento della Regioni la Sala Operativa procedeva ad organizzare i propri mezzi e materiali ed a pre-allertare le Organizzazioni di volontariato abruzzesi per una eventuale partenza della propria colonna mobile con effetto immediato.

Correlati:

Commenti