Terremoto, forte scossa nel centro Italia. Avvertita anche a Roma

Terremoto, forte scossa di 5.4 gradi Richter a Macerata

La funzione associata della protezione civile dell'area interna sud-ovest orvietano che comprende i comuni di Orvieto, Allerona, Baschi, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Fabro, Ficulle, Montecchio, Montegabbione, Parrano, Porano, Città Della Pieve, ha disposto la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado nei Comuni sopra elencati per la giornata di giovedì 27 ottobre 2016. Chiuse anche le università dell'Aquila e di Teramo.

In molte zone dell'Umbria stava piovendo ma la gente si è riversata in strada per la paura. "Sono crollate parecchie case. Il nostro paese è finito", ha raccontato il sindaco di Ussita, Giuliano Rinaldi. Sono fuggita per le scale e fuori tutto era polvere. Verifiche per crepe provocate dal sisma sono state fatte in edifici di alcuni quartieri. La scossa è durata circa 30 secondi, è stata avvertita con forte intensità a Roma.

AGGIORNAMENTO ORE 21.41: La magnitudo della scossa registrata delle 21,18 è al momento confermata in 5,9. A Camerino il campanile della chiesa di Santa Maria in Via, già danneggiata dal sisma del 24 agosto, è crollato su una palazzina. Si tratta di un edificio di piccole dimensioni.

La scossa ha avuto una magnitudo di 5.4 punti. Secondo quanto si apprende è crollato il palazzo del comune e un palazzo in cemento armato di quattro piani in piena zona rossa. L'epicentro è stato localizzato a Castelsantangelo sul Nera (Macerata) nei monti Sibillini al confine tra Marche, Umbria e Abruzzo. "Vogliamo essere vicini alla popolazione - dice -, ai sindaci, e capire quali sono le loro esigenze più immediate".

Correlati:

Commenti


Altre notizie