Diana Bracco condannata a due anni per frode fiscale

Ex presidente Expo condannata a due anni per frode fiscale

Il giudice ha condannato anche Marco Isidoro Pollastri e Simona Adele Calcinaghi, architetti di fiducia della Bracco, a un anno e sei mesi. Secondo l'accusa, l'industriale, che avrebbe commesso i reati in qualità di presidente del Consiglio di amministrazione della Bracco spa, realizzando una frode fiscale da oltre un milione di euro. Il giudice Carbone ha disposto il non luogo a procedere per le accuse relative all'anno 2008, tutte cadute in prescrizione. Pietro Mascheropa, presidente del cda della società Bracco, era invece già uscito dal processo patteggiando 6 mesi di carcere, pena poi convertita in una sanzione pecuniaria da 45 mila euro.

In particolare secondo l'accusa la frode fiscale sarebbe stata realizzata da Bracco abbattendo l'imponibile attraverso fatture per spese personali, come la manutenzione di una barca o di case in celebri località turistiche, fatte confluire sui bilanci delle società del gruppo Bracco. Per tutti i tre imputati sono state riconosciute le attenuanti generiche ed è stata disposta la sospensione condizionale della pena e la non menzione della condanna del casellario giudiziario. L'inchiesta era partita da una verifica di routine della Guardia di Finanza che aveva scoperto presunte fatture false. Il periodo di imposta riguarda gli anni dal 2008 al 2013.

"Non condivido la decisione del Tribunale - commenta l'avvocato Giuseppe Bana, legale di Bracco, che annuncia appello - ribadisco la totale estraneità della mia assistita alle accuse mosse". "Sono molto stupito, credo fermamente nelle argomentazioni sostenute sull'insussistenza del reato fiscale e dell'appropriazione", ha aggiunto l'avvocato Armando Simbari, difensore dei due architetti condannati insieme a Diana Bracco. Le motivazioni saranno pubblicate entro 90 giorni. "Dal dibattimento è emerso chiaramente non solo che le fatture contestate si riferivano a prestazioni realmente eseguite, ma anche che la mia assistita non si è mai occupata delle modalità di fatturazione e pagamento dei lavori".

Correlati:

Commenti


Altre notizie