Seriate, giallo del coltello sotto la siepe "Potrebbe essere l'arma del delitto"

Omicidio di Seriate:

Ci potrebbe essere una svolta nel giallo di Seriate, sull'omicidio dell'insegnante Gianna del Gaudio, uccisa da una sola coltellata alla gola nella sua casa di Seriate nella notte fra il 26 ed il 27 agosto.

La notizia poco fa a Pomeriggio 5: a ritrovare il coltello - che secondo le indiscrezioni trapelate dalla Procura sarebbe altamente compatibile con l'arma del delitto - sarebbe stato un signore intento a ripulire il suo giardino e tagliare le siepi. Unico indagato nell'inchiesta, ma a piede libero, è il marito Antonio Tizzani. Mapelli, negli studi di BergamoTV, ha spiegato: "Noi non abbiamo evidenza della presenza di un uomo incappucciato, quella sera, sul luogo del delitto". La verità è che il cerchio delle indagini si sta stringendo sempre più attorno alla figura di Tizzani. Lo riporta l'Ansa, facendo riferimento a un'intervista a una vicina di casa della vittima, testimone del ritrovamento, in onda oggi pomeriggio a Pomeriggio Cinque. Esiste dunque la concreta possibilità che si tratti dell'arma usata dal killer per uccidere Gianna Del Gaudio. Non è dato sapere se gli inquirenti, in queste ultime perquisizioni, abbiano trovato nuovi elementi, ma si sa invece che i rilevamenti si son resi necessari dopo che, a inizio ottobre, dall'abitazione della coppia erano stati portati via scontrini, biglietti e altro materiale che potrebbero condurre a regali fatti da Gianna Del Gaudio. Restando però sempre in attesa dei risultati delle analisi dei Ris di Parma sui reperti rinvenuti nella villetta nelle ore immediatamente successive al delitto.

Correlati:

Commenti


Altre notizie