Farmaci rubati, scacco alla rete di Lambiase

Furti farmaci antitumore per 2 mln

I furti, attentamente studiati e pianificati, hanno interessato diverse farmacie ed ospedali del Centronord Italia. Questa tecnica era messa in atto per i medicinali di tipo H, come gli antitumorali, dispensabili in Italia solo negli ospedali. Il valore dei medicinali sequestrati al sodalizio criminale ammonta ad oltre 2,7 milioni di euro.Oltre ai 17 fermati sono ricercate altre due persone.

I reati contestati. Vengono contestati, a vario titolo, per la maggior parte di loro i reati di furto aggravato, associazione a delinquere con l'aggravante di aver agito per aver agevolato un clan camorristico (quello dei Licciardi di Secondigliano) e il traffico di farmaci scaduti, perché gli antitumorali rubati non venivano stoccati e trasportati nelle condizioni più adeguate (climatizzazione controllata) e così perdevano il loro effetto terapeutico.

Nell'indagine sono emersi legami anche con la camorra.il Procuratore l'ha definito un "fenomeno odioso". Salvatore De Simone, invece, sarebbe stato il corriere dei medicinali sull'asse Napoli-Genova, oltre che il fornitore delle strutture per lo stoccaggio. È contestato anche il commercio di medicinali guasti, perché ad esempio gli antitumorali necessitavano di particolare attenzioni nella conservazione. Nella batteria che si occupava dei furti, secondo gli inquirenti c'erano Vincenzo e Pasquale Alfano, Ciro Chiavarone, Mario Omaggio, Franco Naddeo, Marco Reina, Salvatore Prospero ed altre persone non colpite da ordinanza. L'indagine dei militari, coordinata dal Pm Enrico Cieri, ha avuto origine dalla denuncia di due furti avvenuti a marzo del 2014 nella farmacia ospedaliera di Cento e Lagosanto (Ferrara). I carabinieri di Ferrara hanno dato un nome e un volto ai ladri: chi materialmente rubava, chi compiva i sopralluoghi per indicare dove e come colpire, chi li trasportava dopo i colpi nel Napoletano - doveva aveva sede la banda - chi li stoccava e poi li "ripuliva" per poi rimetterli sul mercato ufficiale, all'estero.

Correlati:

Commenti


Altre notizie