Asili, videosorveglianza: ok della Camera al pdl sulla videosorveglianza

Asili nido: la Camera approva le telecamere anti-abusi

Il provvedimento passa ora all'esame del Senato. Si sono dichiarati a favore tutti i gruppi di maggioranza e di opposizione del centrodestra, ad eccezione di Sinistra Italiana, che ha votato contro. Ma di un occhio discreto, che sarà a disposizione dei pm in caso di necessità.

"Le telecamere negli asili e nelle strutture per anziani non sono la soluzione ai maltrattamenti".

Per quanto riguarda le strutture private, invece, la proposta prevede che provvedano all'installazione in via autonoma, dandone comunicazione alle amministrazioni comunali (in caso di asili nido e scuole dell'infanzia) e alle Asl (in caso di strutture socio-assistenziali). Non potranno essere viste da nessun altro, neppure dal personale della scuola.

L'installazione degli impianti a circuito chiuso deve essere preceduta da un accordo collettivo con i lavoratori e va adeguatamente segnalata a chi accede nella zona videosorvegliata. La legge è frutto di un lavoro bipartisan - i relatori sono Gabriella Giammanco di Fi e Antonio Boccuzzi del Pd - e che nasce da un impegno corale delle forze politiche visto che unifica ben 13 proposte, presentate in Parlamento nel corso degli ultimi anni. Mentre l'art.5 si occupa dei fondi ovvero del fatto che la legge non comporta costi aggiuntivi per lo Stato: "Le amministrazioni pubbliche interessate provvedono all'attuazione della presente legge nell'ambito delle risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente e, comunque, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica".

La legge è composta da 5 articoli. Si tratta di un modo per responsabilizzare i soggetti chiamati ad assistere persone indifese e che non comporterà alcuna violazione della privacy, come confermato dallo stesso Garante dei dati personali che ha espresso parere favorevole alla proposta. La nuova legge demanda al Governo anche un decreto legislativo, da approvare entro un anno, su test psico-attitudinali periodici sugli operatori del settore, un aspetto sul quale molte associazioni dei genitori hanno posto l'accento.

Correlati:

Commenti


Altre notizie