Agricoltura in pericolo, cimici cinesi invadono città e campagne

Coldiretti: cimici cinesi invadono città e campagne

In questi giorni di ottobre, come già accaduto nello stesso periodo lo scorso anno, anche il Nordmilano è colpito da una vera e propria invasione di insetti, soprattutto di cimici. A prendere la parola in merito è stato l'assessore all'agricoltura del Friuli Cristiano Schaurli, che ha spiegato come questi cimici non siano pericolosi per l'uomo, non pungano e non siano veicoli infettivi.

Per proteggere i campi dalle cimici bisogna utilizzare delle reti anti insetti dato che al momento per motivi sanitari non è possibile importare insetti antagonisti dalla Cina che permetterebbero la lotta biologica.

Si tratta della "cimice marmorata asiatica, originaria di Cina, Giappone e Taiwan".

Vorace di mele, pere e pesche, non disdegna un'ampia varietà di specie coltivate (adora soia e mais) e spontanee.

L'invasione dei cosiddetti insetti alieni provenienti da altri continenti è dovuta - sostiene la Coldiretti - dall'intensificarsi degli scambi commerciali attraverso i quali sono arrivati in Italia dove hanno trovato un habitat favorevole a causa dei cambiamenti climatici.

La cimice asiatica è infatti solo l'ultimo dei parassiti inediti per l'Italia dove nel tempo sono arrivati, per fare qualche esempio, dalla Popillia Japonica alla Drosophila suzukii, dal Dryocosmus kuriphilus alla Xylella, con un conto dei danni all'agricoltura nazionale stimato in oltre il miliardo di euro.

A favorirne la diffusione è stato un autunno particolarmente caldo con la moltiplicazione degli esemplari che non hanno in Italia antagonisti naturali: "Un problema che - precisa la Coldiretti - rende molto difficile la lotta all'insetto che da adulto è in grado di volare per lunghe distanze alla ricerca del cibo e sverna come adulto in edifici o in cassette e anfratti riparati per poi raggiungere in primavera le piante per alimentarsi, accoppiarsi e deporre le uova".

Su Facebook stanno comparendo delle immagini che documentano l'invasione di cimici in corso.

Invasione di cimici in Friuli e Veneto Numerose segnalazioni ai vigili del fuoco nell'Udinese e nel Trevigiano per la fastidiosa presenza di cimici cinesi.

Certo è che, anche se non portano malattie e nono sono aggressivi, averli intorno non è il massimo.

Correlati:

Commenti


Altre notizie