Gianluca Vacchi replica a Crozza: la mia verità

Gianluca Vacchi replica a Crozza: la mia verità

Anche da persone che, per attitudini caratteriali, posizione sociale e stile di vita, si rivelano profondamente differenti da Gianluca Vacchi.

Sembra che l'unico obbiettivo della ricchezza sia la filantropia, il che mi trova pienamente d'accordo, ma non credo che sia il caso di andare a fare del moralismo gratuito, specialmente da parte di chi non è noto per essere uno che ha una vita francescana.io non mi permetto di parlare di che filantropia fa Crozza, perché l'unica esperienza che ho avuto è stata quando lo abbiamo ingaggiato per il 50esimo dell'IMA per intrattenere gli ospiti e il lauto compenso ricevuto non ci è stato detto di bonificarlo a un conto corrente di una onlus o di una associazione di beneficenza, quindi parlare di filantropia altrui è una cosa abbastanza inutile.

E' un fiume in piena il Vacchi: ricostruisce le mosse che hanno fatto la sua fortuna, che a sentir lui tutta fortuna non è e chiude con quella che, nel suo copione, deve aver individuato come stoccata finale: "L'autore di Crozza sta a Crozza come Boncompagni stava ad Ambra, solo che Ambra era molto bellina, aveva 15anni, Crozza ha un po' di pancia in più e qualche capello in meno". Ma l'imprenditore non ha digerito le critiche di Maurizio Crozza e ha deciso di rispondere con un video postato sui social: "A proposito di figantropia: tira più un pelo di satira di un carro di buoi", ha scritto Vacchi pubblicando il video in cui parlano per più di dieci minuti. Cioè l'ho fatto in momenti in cui potevo farlo cioè momenti nei quali io non ero sposato.

"Non nego di essere 'figantropo', ma lo sono stato sempre con coerenza". "Il dottor Gianluca Vacchi non ha deleghe e non si occupa direttamente della gestione aziendale". Va bene che ci sia la satira, ma che la satira si basi su punti di partenza reali. fare del moralismo e del qualunquismo rappresenta una realtà molto scadente di satira. "Per molti anni - sottolinea ancora la società - il Dr. Gianluca Vacchi è stato un imprenditore indipendente e al di fuori di Ima, senza partecipare attivamente alla gestione di questa compagnia [.]". L'origine di Ima è stata legata, oltre mezzo secolo fa, alla volontà della famiglia Vacchi di investire i proventi di altre attività su alcuni progetti innovativi presentati loro da inventori e progettisti di grande spessore creativo e tecnologico. "Questo incontro tra l'apertura mentale degli imprenditori e una forte base tecnologica ha dato a Ima la capacità di crescere con una solida base di ricerca e innovazione".

Correlati:

Commenti


Altre notizie