Ungheria al voto per referendum su quote Ue migranti

Migranti, Ungheria al voto sulle quote: quorum in dubbio, ma l'83% vota contro

I seggi si chiuderanno alle 19 di oggi, ora locale, ma interessa soprattutto capire se verrà raggiunto il quorum del 50% dei votati (gli aventi diritto sono circa 4 milioni) necessario per rendere valido il voto, visto che la vittoria del no è data per scontata in un Paese in cui l'80% è contrario all'accoglienza di migranti. Il premier, cui piace paragonare la politica alla guerra, nella campagna elettorale ha parlato di "battaglie" e "scontri" con Bruxelles. I votanti chiamati alle urne sono 8,27 milioni. L'importante è che i no siano maggioranza'. Per il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker "se venissero organizzati referendum su ogni decisioni dei ministri e del Parlamento europeo, l'autorità della legge sarebbe messa in pericolo".Il quesito posto agli elettori ungheresi recita: "Volete che l'Unione europea decreti il ricollocamento obbligatorio dei cittadini non ungheresi in Ungheria senza l'approvazione del Parlamento ungherese?".

Ieri migliaia di persone sono scese in piazza a Budapest contro il referendum.

L'affluenza alle urne per il referendum "antiquote" Ue in Ungheria era pari al 30,66% alle ore 15. Molte ong, infatti, hanno lanciato una controcampagna per il boicottaggio del voto.

Domenica referendum sul sì o no in Ungheria alle quote obbligatorie di profughi in Europa voluto dal premier Viktor Orban.

Correlati:

Commenti


Altre notizie