Champions, Juventus, Bonucci: "Mi aspettavo più sostegno dai tifosi"

Juventus, Bonucci: “Abbiamo il dovere di arrivare in finale. Il Chelsea mi ha fatto vacillare”

Mi ha però deluso l'atteggiamento nell'arco dei 90 minuti: "la squadra va sostenuta e invece ieri sera, dopo i primi 20 minuti, c'era già chi cominciava a mugugnare".

Il pareggio allo Stadium per 0-0 contro il Siviglia di ieri sera ha lasciato qualche strascico in casa Juventus, con i tifosi bianconeri un po' delusi da un esordio europeo che sognavano sicuramente diverso.

Continua il difensore: "Arrivare fino in fondo alla Champions per noi è un obiettivo, tutti noi vogliamo arrivare a Cardiff, ma dobbiamo viverlo come un sogno e toglierci pressione di dosso".

Dopo aver criticato i tifosi, Leonardo Bonucci spiega come il City pressava la Juventus per prenderselo: "Se dicessi che non mi ha tentato sarei un ipocrita". "Mi aspetto una squadra agguerrita, che vorra' vincere la partita, e' sempre il derby d'Italia - aggiunge - Sono una squadra in costruzione, hanno cambiato tanto, sia come allenatore che come giocatori, e vorranno far vedere che sono all'altezza della Juve. Però poi a un certo punto mi sono fermato perché il sogno da bambino era vincere con la Juventus e sono pronto a mettermi in discussione, a migliorarmi per far sì che questa Juventus entri nella leggenda".

Bonucci non nasconde che l'interesse del Chelsea di Antonio Conte questa estate lo ha fatto vacillare e non poco: "Sarebbe falso dire che questa estate non ho avuto tentennamenti per l'offerta arrivata dall'Inghilterra e, soprattutto per l'allenatore che mi voleva".

Correlati:

Commenti


Altre notizie