Appalti truccati. Agli arresti commissario Farmacap Francesco Alvaro

Roma arrestato commissario Farmacap

L'appalto in questione riguarda l'affidamento dei servizi per l'asilo nido per un importo di 36mila euro l'anno per sei anni.

È finito agli arresti domicilari il commissario straordinario di Farmacap, Francesco Alvaro, con l'accusa d turbativa d'asta nell'assegnazione del servizio di refezione mensa di un asilo nido a Roma. Non solo, tale appalto sarebbe stato addirittura confezionato su misura per Giuseppe Giordano, alla guida dell'azienda Ati Dragona Servizi.

Sarebbe proprio dall'esposto alla Procura dell'allora consigliera grillina che ha preso il via l'inchiesta del pubblico ministero Nadia Plastina e dell'aggiunto Paolo Ielo dalla quale sono scaturiti i provvedimenti eseguiti ieri. Le verifiche sono state effettuate dai carabinieri del Nas.

Inoltre, dalle intercettazioni risulterebbe un rapporto confidenziale tra Alvaro e Giordano che vince la gara grazie al fatto che non ci sono altri concorrenti. La Farmacap, oltre a coordinare il lavoro delle 47 farmacie comunali, negli anni ha acquistato una serie di immobili poi affidati in gestione a privati, tra i quali l'asilo per il quale è stata bandita la gara finita al centro dell'inchiesta. Alvaro è stato direttore del dipartimento V del Comune di Roma, prima di essere nominato alla Regione Lazio nel 2007 nel ruolo di Garante dell'Infanzia e dell'adolescenza.

Correlati:

Commenti