PwC: Londra al top, Milano prima italiana

Migliore città italiana secondo Pwc è Milano

"La città, seppur fatichi a posizionarsi complessivamente nelle prime posizioni della classifica - occupate da Londra, Singapore e Toronto -, si distingue su alcuni importanti indicatori, come quelli della sostenibilità e qualità dell'ambiente naturale, salute e sicurezza, trasporti e infrastrutture", si legge nel report di Pwc.

Elevata qualità della vita, benessere delle fasce più anziane, offerta residenziale, capacità di essere preparati a disastri naturali e naturalmente ottime performance economiche.

La settima edizione dello studio, condotto da PwC ogni due anni, offre un'istantanea sullo stato di salute socio-economico di 30 tra le metropoli più importanti al mondo valutando 10 indicatori, tra cui trasporti e infrastrutture, facilità nello sviluppo del business, demografia e vivibilità, uso delle tecnologie e costo della vita.

Per la seconda volta consecutiva, al primo posto della classifica si conferma Londra. Sono questi gli ingredienti per una città di successo dove gli abitanti vivono bene e sono felici. Inoltre, guadagna posizioni rispetto all'edizione del 2014 (dal 12° al 9° posto) anche per quanto riguarda la sostenibilità e la qualità dell'ambiente naturale, e si piazza addirittura terza per un indicatore come le prestazioni del sistema sanitario. Tra i parametri-chiave presi in esame da Pwc nella graduatoria vi sono il peso economico, la facilità nello sviluppo del business, l'istruzione, la demografia e la vivibilità, lo sviluppo delle tecnologie e il costo della vita. Al sesto posto New York, Stoccolma è al settimo, mentre Pechino è 19esima. Tra queste Johannesburg che, malgrado non figuri nella top 10 generale, è prima su tutte per la competitività del costo della vita.

Milano, ad esempio, riesce ad entrare nella top ten mondiale per sostenibilità e qualità dell'ambiente naturale - nono posto - "grazie ad un'ottima capacità nella gestione dei rischi legati alla scarsità dell'acqua, alla gestione del ciclo dei rifiuti e alla preparazione in caso di catastrofi naturali, che bilanciano le criticità riscontrate dalla scarsa qualità dell'aria, un elemento che rimane tuttavia importante ella definizione della qualità della vita". A rafforzare l'immagine internazionale e la capacita' progettuale di Milano - rileva lo studio - ha molto contribuito l'Expo.

Correlati:

Commenti


Altre notizie