Sassuolo-Pescara 0-3 a tavolino: ecco cosa è successo

Irregolarità di tesseramento Sassuolo Pescara 0-3 a tavolino

Lo 0-3 a tavolino inflitto dal giudice sportivo al Sassuolo, per la gara vinta domenica scorsa con il Pescara (2-1 per gli emiliani) ha colto in Abruzzo tutti di sorpresa, facendo però felici i tifosi biancazzurri, anche se il presidente della formazione abruzzese, Daniele Sebastiani, non si sbilancia. Il club neroverde, ritenendo regolare l'impiego del giocatore, ha già annunciato reclamo contro la sanzione. Mentre la società si difende affermando che il giocatore sarebbe stato inserito tramite una sostituzione notificata via Pec alla Lega Calcio, quest'ultima risponde che nulla sarebbe stato ad essa recapitato. Ma nonostante il Sassuolo sostenga di aver agito come da norma, questa raccomandata non ha mai raggiunto gli uffici della Lega. Questo era stato il comunicato del club neroverde relativo alla sua acquisizione: "L'Unione Sportiva Sassuolo Calcio comunica di aver completato le seguenti operazioni di mercato: Ragusa Antonino (1990, attaccante): acquisito a titolo definitivo dall'Ac Cesena".

Genoa, Juventus, Sampdoria 6; Roma, Napoli, Pescara 4; Torino, Chievo, Lazio, Fiorentina, Milan, Sassuolo, Udinese, Bologna 3; Palermo, Cagliari, Inter 1; Atalanta, Crotone, Empoli 0. Riguardo al comunicato si parla di problemi con la Pec. Sappiamo che è stato fatto tutto e abbiamo fatto tutto con massima trasparenza, perciò faremo le nostre valutazioni per capire cosa non è funzionato. "Probabilmente è stato un problema informatico" ha detto, ai microfoni di Sky, l'amministratore delegato del Sassuolo, Giovanni Carnevali, a proposito della decisione del giudice sportivo. "Assolutamente faremo ricorso per il ripristino di un risultato ottenuto sul campo".

Correlati:

Commenti


Altre notizie