Clamoroso Sassuolo: perde 0-3 a tavolino col Pescara. Ragusa non poteva giocare

Serie A, il giudice sportivo: Sassuolo-Pescara 0-3 a tavolino

Il centrocampista di origini siciliane è entrato a 20 minuti dal termine della partita, giocando (irregolarmente secondo il Giudice Sportivo) gli ultimi scampoli di gara. La causa? Antonio Ragusa, acquistato il 26 agosto scorso dal Cesena, non era presente nella lista dei 25 giocatori iscritti dal Sassuolo al campionato. "Considerato che l'addebito mosso dal Giudice riguarda un aspetto tecnico informatico comunica di avere avviato le opportune verifiche finalizzate all'accertamento di quanto accaduto in relazione alla funzionalità del sistema informatizzato, ultimate le quali proporrà reclamo". La Lega sostiene di non aver mai ricevuto la comunicazione. Il Sassuolo potrà fare ricorso per ristabilire il risultato del campo: il match era finito 2 a 1 e per la squadra allenata da Eusebio Di Francesco avevano segnato Defrel e Berardi; per gli abruzzesi Manaj. Per inserirlo nella lista, il Sassuolo ha dovuto sostituire un giocatore precedentemente inserito.

I neroverdi domenica avevano vinto sul campo 2-1 contro il Pescara, ma il giudice sportivo ha ribaltato il risultato assegnando il 3-0 a tavolino a favore del Pescara. L'avvocato Grassani, intervistato dalla Gazzetta, ha spiegato che "la normativa è complessa ed e' stata modificata anche di recente". Siamo abbastanza tranquilli. Abbiamo fatto tutto con la massima trasparenza. Ora vedremo cosa non ha funzionato. Riguardo al comunicato si parla di problemi con la Pec. L'amministratore delegato del club, Giovanni Carnevali, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport: "Abbiamo il comunicato dalla Lega Calcio". Può sorridere il Pescara e Massimo Oddo, che mette in cassaforte tre punti fondamentali e che potrebbero risultare decisivi per la classifica finale di Serie A, stagione 2016/2017.

Correlati:

Commenti


Altre notizie