Istat: migliora la fiducia dei consumatori e delle imprese a luglio

Migliora fiducia consumatori e imprese

Cresce in Italia la fiducia di famiglie e imprese.

La mediana delle stime raccolte da Reuters indicava un livello a 101,8. Questo mese, secondo i dati dell'Istat, aumenta l'indice del clima di fiducia dei consumatori da 110,2 a 111,3 su base mensile, sopra il consenso Reuters a 109,2.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 27 lug - Riguardo alle imprese dei servizi, l'indice di fiducia sale a luglio a 108,6 da 105,1 di giugno. Le attese sull'andamento dell'economia migliorano (il saldo passa a 8 da 3). Inoltre, Dona sottolinea: "il clima economico peggiora". Infatti, analizzando il giudizio sulla situazione economica della famiglia degli ultimi 12 mesi, resta invariata la percentuale di chi considera la propria situazione molto migliorata e scende di -0,5 punti il dato di chi la considera migliorata.

"I dati economici reali, che sono quelli che contano, ci dicono che la spesa dei consumi delle famiglie, che nel 2015 era finalmente salita dell'1%, nel primo trimestre del 2015 si e' nuovamente bloccata, registrando una variazione nulla rispetto al quarto trimestre 2015". Le vendite al dettaglio di maggio sono diminuite su base annua sia in valore sia in volume, sia per gli alimentari che per i non alimentari. Nel dettaglio settoriale, il clima di fiducia diminuisce, a 93,5 da 97,1 nei servizi turistici dove si riducono i saldi degli ordini, sia nei giudizi (a -4 da 6) che nelle attese (a -6 da -2). Per l'agenzia statistica francese, Insee, si tratta del secondo calo mensile consecutivo, dopo che lo scorso maggio il dato si è attestato ai minimi da quasi otto anni. È bene anche notare, però, come gran parte delle rilevazioni sia stata raccolta prima dell'attentato di Nizza dello scorso 14 luglio.

Correlati:

Commenti


Altre notizie